La giornata mondiale della pizza, il cibo italiano più amato

Oggi, 17 gennaio, si festeggia la Giornata Mondiale della Pizza. Dichiarata nel 2017 patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco, la pizza viene celebrata grazie all’Associazione Verace Pizza Napoletana che nel 2020 festeggia i 36 anni dalla fondazione. La scelta del 17 gennaio non è casuale. Si celebra infatti Sant’Antonio Abate, protettore dei fornai e dei pizzaioli. Le famiglie storiche di questa storica arte erano solite festeggiare il santo protettore chiudendo le proprie pizzerie per mezza giornata per riunirsi con la propria famiglia attorno ad un grande fuoco propiziatorio. Così popolare e così amata in tutto il mondo, la pizza registra dei dati record per quanto riguarda la produzione in Italia. Secondo ultimi dati rilevati dal Centro Studi Cna (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) la produzione giornaliera in tutto il Paese è di otto milioni di pizze, circa due miliardi l’anno.

La pizza, un alimento sano e completopizza

Molte persone pensano che questo piatto sia da evitare o comunque da limitare il più possibile se si vuole mantenere uno stile di vita e di alimentazione salutare. Invece la pizza è un piatto sano ed equilibrato che consente un apporto adeguato di sostanze nutritive utili all’organismo. E’ ricco di carboidrati complessi che rilasciano energia più lentamente rispetto ai carboidrati semplici.  Contribuiscono inoltre a mantenersi in forma, a controllare l’appetito e a stabilizzare i livelli di energia. I grassi contenuti nella pizza sono definiti “buoni”, in quanto gli acidi insaturi che favoriscono la circolazione aiutano a diminuire il colesterolo cattivo. Grazie al condimento di pomodoro e formaggio, inoltre, questo piatto è ricco di calcio e di vitamina C. Sono presenti in grandi quantità anche il ferro, le vitamine D, E e K e le proteine del latte.

Una pizza margherita, ad esempio, presenta un apporto di calorie di poco superiore ad un piatto poco condito e non rappresenta un pericolo per chi tiene particolarmente alla linea. La pizza, infine, contribuisce anche al benessere emotivo in quanto rende felici gustarla in compagnia ma anche da soli. La pizza ha moltissime varianti, si va dalla classica margherita alle più complesse che propongono autentici mix di sapori. Il tartufo sulla pizza aggiunge anche un tocco di eleganza anche al cibo nostrano più popolare per eccellenza. Ciò che ne nasce è un meraviglioso connubio di sapori, elegante ed allo stesso tempo non pretenzioso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: